Memoraia fertile contro l’oltraggio a Pinelli e alla storia

Spaccata la targa in ricordo di Giuseppe Pinelli. Un atto vile, un atto spregevole, come mi scrive un amico storico, quello che ha portato a spezzare la targa in ricordo di Giuseppe Pinelli questa notte.

Una targa inaugurata a dicembre, pochi giorni prima dell’anniversario della strage di Piazza Fontana, in piazzale Segesta a Milano. Era stato un atto simbolico di grande importanza per restituire a Pinelli e alla famiglia rispetto e giustizia. Pinelli, ferroviere anarchico e partigiano, morì nella notte tra il 15 e 16 dicembre 1969 precipitando da una finestra della questura di Milano dove era trattenuto illegalmente, visto che il fermo aveva superato le 48 ore, a seguito delle indagini sulla strage di Piazza Fontana. Una morte avvolta da mille dubbi, tra silenzi e menzogne, ma soprattutto la morte di un innocente. Ma la memoria rimane fertile e questi gesti ci invitano a mantenerla tale. [Massimo Cortesi, presidente Arci Lombardia]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *